“Mezzanine” dei Massive Attack: 20 anni da sentire tutti.

Written by on 7 Febbraio 2019

Sono passati vent’anni dalla pubblicazione di “Mezzanine”, fortunatissimo album della consacrazione per i Massive Attack. Sin da allora il collettivo musicale di Bristol capitanato da Robert “3D” Del Naja, Grant “Daddy G” Marshall e Andrew “Mushroom” Vowles – che da lì a breve abbandonerà polemicamente la formazione per divergenze artistiche – è considerato tra i principali esponenti del trip hop. Un primato che viene ribadito nell’aprile del 1998, dando alle stampe il lavoro che contiene alcuni tra i più importanti e noti capolavori del genere: basti citare titoli come “Angel” o “Teardrop”.

Nel tempo i Massive Attack non hanno perso una sola briciola della propria voglia di sperimentare, innovare e far riflettere politicamente attraverso non solo la musica ma anche la videoarte che ne caratterizza i live. Una carriera ormai quasi trentennale che li ha visti reclutare alcuni tra i cantanti più famosi e apprezzati per dar voce alle loro inquietudini elettroniche: come Madonna, Sinéad O’Connor, Horace Andy, Tricky, Damon Albarn, Tracey Thorn, Hope Sandoval ed Elizabeth Fraser. È proprio quest’ultima a tornare sul palco insieme a 3D e Daddy G per sottolineare degnamente l’anniversario di Mezzanine con una serie di concerti celebrativi, appositamente pensati per ripresentare dal vivo l’album e attualizzarne il suono ai giorni nostri. La band passerà anche dall’Italia per 3 date, sold out già da mesi: il 6 febbraio al Mediolanum Forum di Assago a Milano, l’8 al Palazzo Dello Sport di Roma e, infine, il 9 alla Kioene Arena di Padova. Un appuntamento imperdibile per chi di musica se ne intende.


Current track

Title

Artist