PAREGGIO (3-3) PER LA TOP SPIN A VERZUOLO NELLA FINALE D’ANDATA

Written by on 27 Maggio 2019

Battaglia incredibile nel primo atto, con in palio lo scudetto del tennistavolo maschile. Per la squadra del presidente Giorgio Quartuccio un sigillo a testa di Marco Rech Daldosso, Antonino Amato e Jordy Piccolin.. Il ritorno è previsto a Messina venerdì 31 maggio, alle 17.30, nella palestra di Villa Dante. 

Una sfida infinita. E’ finita 3-3, dopo una lunghissima maratona durata 4 ore e 30′, che si è conclusa all’una di notte, tra l’A4 Verzuolo Tonoli-Scotta e la Top Spin Messina nella gara d’andata della finale scudetto di tennistavolo maschile. Il ritorno é adesso previsto venerdì 31 maggio  (ore 17.30) a Messina, nella palestra di Villa Dante, dove chi dovesse prevalere si aggiudicherebbe il titolo. In caso di un altro pareggio si procederà invece allo “spareggio”, da disputare sempre a Messina, potendo la formazione del presidente Giorgio Quartuccio vantare il miglior piazzamento nella regular season.

Il folto pubblico accorso al Centro Tennistavolo di via XXV Aprile a Verzuolo ha assistito ad un’intensa e spettacolare serata di sport, con protagoniste le squadre allenate da Valentino Piacentini e Wang Hong Liang. Nel primo singolare si sono affrontati Yaroslav Zhmudenko e Jordy Piccolin, con Verzuolo che é andata sull’1-0. Nel primo set l’ucraino si è portato subito avanti (4-2), riuscendo poi ad allungare (7-3). Neanche il ritorno di Piccolin (7-5) ha impedito a Zhmudenko di conquistare il set per 11-6. Nel secondo parziale Piccolin é partito molto bene (3-0, 4-1), ma Zhmudenko lo ha rimontato (5-4). Sul 6-6 l’ucraino ha messo a segno tre punti di fila, venendo però recuperato da Piccolin sul 9-9. Zhmudenko ha quindi ottenuto e sfruttato il set-point, chiudendo sull’11-9. Nel terzo set l’atleta di Verzuolo ha preso il sopravvento (4-1), con Piccolin bravo a risalire la china fino al 6-7. L’allungo finale é valso a Zhmudenko anche il terzo set per 11-7.

Nel secondo incontro si sono sfidati Alessandro Baciocchi e Marco Rech Daldosso. Per la Top Spin é arrivato l’1-1 generale, in virtù del successo per 3-1 del bresciano. Nel primo set Rech Daldosso ha condotto saldamente i giochi dal 3-2 in avanti. Andato sul 6-3 e poi sull’8-5, si é guadagnato quattro set-point, concretizzando già il primo (11-6). Nella seconda frazione Baciocchi avanti sul 5-3 e 7-4, ma la grande reazione di Rech Daldosso ha prodotto il sorpasso (8-7). Sul 9-9 il portacolori della Top Spin si è guadagnato un set-point, sventato dal rivale. Annullate anche le successive opportunità per Baciocchi (11-10), Rech Daldosso (12-11) e ancora Baciocchi (13-12, 14-13) che alla fine é però riuscito ad imporsi per 16-14. Nel terzo set Rech Daldosso é apparso deciso sin dall’avvio, prendendo il largo dal 4-3 e completando l’opera con sette punti di fila (11-3). Copione simile nella quarta frazione (4-1), con Baciocchi che si è però rifatto sotto (6-5), prima che uno strepitoso Rech Daldosso chiudesse definitivamente i conti con un break (5-0), raggiungendo l’11-5.

A seguire, di scena Daniele Pinto e Antonino Amato, con la straordinaria vittoria in rimonta del giocatore della Top Spin. Nel primo parziale il piemontese ha iniziato meglio (6-2), ma il palermitano ha recuperato sino all’8-7. Pinto ha allungato e con il punteggio di 11-7 si è preso il set. Nel secondo Amato ha guidato dal 5-4, avanzando fino all’8-5 e, dopo aver subito tre punti dell’avversario, ha spinto per il 9-8. Lì Pinto ha reagito, conquistando con tre punti consecutivi il secondo set per 11-9. Amato non si è comunque perso d’animo e ha sfoderato la consueta tenacia. Nella terza frazione il “rosso” é filato via sul 4-1, ha allungato (7-3) e dopo essere stato ripreso (8-8) ha trovato la forza per chiudere il set in suo favore (11-8). Nel quarto parziale Amato ancora protagonista. Volato dal 5-3 al 9-3, dopo tre punti di fila di Pinto, l’atleta della Top Spin ha chiuso sull’11-6, riequilibrando le sorti della contesa. Nel quinto e decisivo set, Amato ha preso il largo (5-0) e sull’8-4, con grande determinazione, ha messo a segno tre punti consecutivi: 11-4. Splendido 3-2 per il palermitano e Top Spin avanti a livello complessivo per 2-1.

Nel quarto singolare il numero 1 di casa Zhmudenko, contro Rech Daldosso, ha rimesso la situazione in parità. L’ucraino é partito bene (5-3), poi Rech Daldosso lo ha superato (6-5) e, una volta trovatosi sul 10-8, ha fatto suo il set per 11-9, sfruttando la seconda chance disponibile. Il secondo parziale é stato vinto da Zhmudenko che ha spezzato l’equilibrio sul 4-4 e si é imposto per 11-6. Tutt’altra storia nel terzo, con Rech Daldosso abile in avvio (4-1) e poi capace di allungare fino all’8-1. Il bresciano é andato quindi sul 10-3, risolvendo la questione al secondo set-point: 11-4. L’ucraino ha subito effettuato nove punti di fila nel quarto set, chiudendo 11-1. Anche nel quinto set Zhmudenko é partito forte (6-1), con Rech Daldosso che ha comunque ridotto il gap (8-5), pur non riuscendo ad evitare che il rivale si aggiudicasse il set per 11-5, regalando il 2-2 a Verzuolo.

Tra Pinto e Piccolin ha prevalso il bolzanino della Top Spin per 3-1. Primo set nel segno del piemontese, andato sul 5-2 e poi sul 6-4, allungando deciso sino all’11-5. Piccolin ha tenuto i nervi saldi e dimostrato la sua classe nei successivi parziali. Nel secondo set l’avvio é stato dei migliori (4-0). Dopo il tentativo di rimonta dell’avversario (6-3), Piccolin è scappato con tre punti di fila e sul 10-4 ha concretizzato la terza palla set, chiudendo 11-6. Nella terza frazione il bolzanino é stato sempre avanti (4-3, 5-4, 6-5, 7-6), sprintando dall’8-6 sino alla conquista del set per 11-7. Piccolin ha chiuso definitivamente i conti nel quarto parziale, dettando i ritmi (5-1) praticamente da subito. Sull’8-5 sono arrivati tre punti consecutivi (11-5) ed è stato il sigillo sia al successo nel match per 3-1 che al nuovo vantaggio per la Top Spin nel quadro generale.

Nell’ultima gara Baciocchi-Amato. Nel primo set, il palermitano, sotto per 3-1, ha recuperato ed é passato a condurre (4-3), Sul 6-5 ha concesso un solo punto al rivale, chiudendo 11-6. Seconda frazione ricca di capovolgimenti. Il verzuolese é andato sul 4-1, ma Amato lo ha sorpassato sul 7-6. Dopo il 9-9, l’atleta della Top Spin si é guadagnato un set-point, non concretizzandolo. Annullatone uno a Baciocchi, Amato non é riuscito a sfruttare quello sul 12-11, vedendosi rimontato fino al 14-12 per il giocatore di casa. Nel terzo set Baciocchi avanti 4-1 e poi raggiunto sul 4-4. Dal 7-6 il giocatore verzuolese è avanzato e ha chiuso il set 11-8. Nel quarto set Amato ha rimontato dal 2-4 all’8-4, tenendo Baciocchi a distanza (9-7). Una volta ottenuto il set-point, Amato ha conquistato il parziale per 11-8, sfruttando la seconda chance. Alla “bella” il palermitano é stato avanti prima sul 3-1 e poi sul 6-5. Dopo il 7-7, Baciocchi ha però allungato e vinto il confronto (11-9) per 3-2. Dopo il 3-3 dell’andata tutto rimandato a venerdì, a Villa Dante, quando si giocherà il ritorno, con la Top Spin che potrà contare sul sostegno del proprio pubblico per andare a caccia di un’impresa storica.

Tutti i risultati:

Yaroslav Zhmudenko – Jordy Piccolin 3-0 (11-6, 11-9, 11-7)

Alessandro Baciocchi – Marco Rech Daldosso 1-3 (6-11, 16-14, 3-11,  5-11)

Daniele Pinto – Antonino Amato 2-3 (11-7, 11-9, 8-11, 6-11, 4-11)

Yaroslav Zhmudenko – Marco Rech Daldosso 3-2 (9-11, 11-6, 4-11, 11-1, 11-5)

Daniele Pinto – Jordy Piccolin 1-3 (11-5, 6-11, 7-11, 5-11)

Alessandro Baciocchi – Antonino Amato 3-2 (6-11, 14-12, 11-8, 8-11, 11-8)


Current track

Title

Artist