PARI CASALINGO PER LA TOP SPIN MESSINA: CONTRO GENOVA E’ 3-3

Written by on 26 Novembre 2019

Dopo cinque vittorie consecutive la capolista viene fermata davanti al proprio pubblico dai liguri, in gran condizione. Sotto per 1-3, sono i sigilli di Amato e Ismailov a consentire alla squadra del presidente Quartuccio di restare imbattuta e da sola in testa alla classifica.

Primo sofferto pareggio stagionale per la Top Spin Messina che, dopo cinque vittorie consecutive, viene fermata davanti al proprio pubblico sul 3-3 dal Tennistavolo Genova Cervino guidato dal tecnico Alessandro Quaglia. Nella sesta giornata di Serie A1 maschile la squadra del presidente Giorgio Quartuccio agguanta i liguri, apparsi in gran forma, grazie agli ultimi due singolari vinti da Amato e Ismailov. Il russo, precedentemente, si è imposto anche sul connazionale Paikov.

La sfida, diretta da Massimo Napoli della sezione di Catania, ha regalato quattro ore di gioco molto intense ai tifosi presenti nella palestra di Villa Dante. Nel primo incontro il giovanissimo talento (classe 2003) Andrea Puppo prevale per 3-1 su Marco Rech Daldosso. Il portacolori della Top Spin comincia bene e nel parziale d’apertura marcia spedito dopo essere andato sul 5-1. Approdato al 10-3, il bresciano sfrutta il secondo set-point per chiudere (11-4). L’inerzia del match cambia decisamente dalla seconda frazione. Puppo scappa (6-3), con Rech Daldosso che prova man mano a ricucire lo strappo, portandosi ad una sola lunghezza di distanza (9-8). Dopo il time-out l’atleta ospite mette però a segno i due punti che gli valgono il set per 11-8. Rech Daldosso accusa il colpo e nel terzo parziale, dal 2-1 in suo favore, cede dieci punti consecutivi all’avversario. Niente da fare neanche nel quarto set, perché Puppo vola presto sul 7-1 e rintuzza i tentativi di rimonta del bresciano. Finisce 11-4 e l’atleta del Tennistavolo Genova si aggiudica la contesa.

Il programma di gare continua con lo spettacolare derby russo tra Sadi Ismailov e Mikhail Paikov. Lo vince il primo per 3-1. Nel set iniziale equilibrio fino al 4-4, poi Ismailov prova ad accelerare con tre punti di fila. La reazione di Paikov si ferma all’8-7, perché il giocatore della Top Spin riprende la corsa e vince il parziale (11-7). Il padrone di casa deve però subito inseguire nella seconda frazione (1-4) e risale fino al 5-6. Paikov sprinta nuovamente e conquista il set per 11-7. Altalena di emozioni nel terzo parziale. Ismailov va avanti (3-1), poi viene agganciato e superato (5-7). Da lì il beniamino del pubblico di Villa Dante fa valere il servizio e capovolge la situazione con quattro punti consecutivi, rendendosi la strada in discesa. Alla fine è 11-8 per Ismailov. E’ ancora il russo della Top Spin a dettare i ritmi nel quarto set, in cui balza sul 5-1 e va fino in fondo senza particolari patemi, imponendosi per 11-3.

Sull’1-1 complessivo si torna in campo con protagonisti Antonino Amato e Olajide Adeyemi Omotayo. Per gli ospiti è il secondo successo: 1-3. Dopo l’avvio in salita (0-3), il palermitano opera il sorpasso sul 5-4 e allunga deciso fino alla conquista del set (11-7). Anche nel secondo parziale Omotayo parte meglio e Amato è costretto a rincorrere (2-5). L’atleta della Top Spin accorcia il gap (8-9), ma cede al nigeriano per 8-11. Amato si trova nella terza frazione sul 4-3, poi vede il rivale filare via (6-9). Il palermitano è bravo ad annullare due set-point, non così il terzo che premia Omotayo: 9-11. Il quarto parziale è tutto in salita per Amato (1-4) che cerca di rientrare (4-6), ma alla lunga viene staccato da Omotayo (5-11). Genova ora è avanti.

A seguire Rech Daldosso-Paikov, con l’atleta di Genova che si impone per 3-1. E’ il bresciano a condurre le danze nel primo set, andando sul 5-1 e poi sull’8-4. I quattro punti di fila del russo rimettono tutto in equilibrio, ma Rech Daldosso riparte e al secondo set-point utile sigla l’11-9. Più complicato il quadro nella seconda frazione, perché l’atleta di casa va sotto 2-5. Rech Daldosso accorcia le distanze fino al 5-6, poi Paikov colpisce cinque volte e si prende il set. Al bresciano non basta andare sul 3-1 e 4-2 nel quarto parziale, il russo recupera e avanza fino alla vittoria per 11-6. La quarta frazione è incredibile. Sul 6-6, dopo il time-out, Rech Daldosso si porta sul 10-7, ma sciupa tre set-point e viene raggiunto. Altra occasione non concretizzata sull’11-10, prima che Paikov sfrutti l’unica a sua disposizione per passare: 11-13 e altro incontro vinto da Genova, che comanda adesso a livello generale per 3-1.

Con la tensione altissima Amato piega Puppo alla “bella” e rilancia la Top Spin. Nel primo set sembra fatta per il palermitano che dal 5-5 scatta sul 10-6, ma non concretizza le quattro occasioni avute e viene rimontato, cedendo 11-13 al secondo set-point del rivale. Copione opposto nel secondo parziale. Dopo il 6-6 è Puppo ad accelerare, collezionando due set-point che Amato annulla portandosi sul 10-10. Il padrone di casa tiene duro e prevale per 12-10. Compito più agevole nel terzo parziale, in equilibrio solo fino al 4-3 e vinto da Amato per 11-5. Dal 3-1 per il palermitano si passa al 3-6 nel quarto set, con Puppo che conquista il parziale per 11-9. Nel quinto e decisivo set Amato è attento, non fallisce e ne indirizza subito l’esito (7-2). L’avversario prova a riavvicinarsi con quattro punti di fila, ma viene respinto: 11-7 per il palermitano che col suo 3-2 torna ad infiammare il pubblico.

Da brividi anche il match tra Ismailov e Omotayo che porta al definitivo 3-3 tra le due squadre. Il russo è carico e in avvio non lascia troppi margini al nigeriano: 11-5 nel primo set. Ismailov va però sotto (3-7) nel parziale seguente e non riesce più ad acciuffare Omotayo, neutralizzandogli due set-point prima di cedere 9-11. Da 0-2 a 6-2 nella terza frazione, il russo della Top Spin gioca con personalità e conquista il set per 11-6. La gara sembra in discesa, ma sul 3-3 nel quarto set è il nigeriano ad allungare (11-4), prolungando la sfida al quinto. Alla “bella” Ismailov deve risalire la corrente (2-4), ma fa valere la sua classe e mette la freccia sul 6-5. Si gioca punto a punto, con il russo che avanza poi sul 10-7. Sprecate le prime due chance, Ismailov sfrutta il servizio per chiudere (11-9) e passare 3-2. Tra mille difficoltà la Top Spin Messina strappa il pareggio al cospetto di un Tennistavolo Genova da applausi e ottiene comunque un punto pesante, restando da sola in vetta alla classifica a quota 11. Una la lunghezza di vantaggio sull’Aon Milano Sport, vittoriosa per 4-1 a Roma e prossimo avversario della formazione allenata da Wang Hong Liang. Sabato 30 novembre, in terra lombarda, alle ore 16, il big match del campionato, nel quadro dell’ultima giornata del girone d’andata.

I risultati nel dettaglio:

Marco Rech Daldosso – Andrea Puppo 1-3 (11-4, 8-11, 2-11, 4-11)

Sadi Ismailov – Mikhail Paikov 3-1 (11-7, 7-11, 11-8, 11-3)

Antonino Amato – Olajide Omotayo 1-3 (11-7, 8-11, 9-11, 5-11)

Marco Rech Daldosso – Mikhail Paikov 1-3 (11-9, 5-11, 6-11, 11-13)

Antonino Amato – Andrea Puppo 3-2 (11-13, 12-10, 11-5, 9-11, 11-7)

Sadi Ismailov – Olajide Omotayo 3-2 (11-5, 9-11, 11-6, 4-11, 11-9)


Current track

Title

Artist